fbpx

Atelier Des Grandes Dames – Veuve Clicquot

La Maison Veuve Clicquot ha presentato nel 2016 il progetto Atelier des Grandes Dames, un network che ha lo scopo di celebrare il talento femminile nell’alta ristorazione dando un riconoscimento all’impegno e al talento di queste donne, valorizzandone il successo e l’imprenditorialità, traendo ispirazione dalla figura di Barbe-Nicole Ponsardin.

E fu proprio Madame Clicquot, nel 1818, con il suo talento, spirito creativo e audacia, a innovare e ri-creare completamente lo Champagne Rosé dell’epoca, creando il primo Champagne Rosé per assemblaggio della storia: Veuve Clicquot Rosé. Quest’anno si  celebra il 200° anniversario della sua creazione. Reims è in festa da qualche settimana, tutti i monumenti principali della città sono illuminati in rosa, tributo a Madame Clicquot e alla sua lungimiranza eterna. Con Atelier des Grandes Dames Veuve Clicquot tributa donne egualmente lungimiranti, coraggiose, contemporanee e innovative.

Atelier des Grandes Dames, con la sua terza edizione, si avvia al consolidamento dei valori su cui si basa il network: la forza, l’empatia, la concretezza e la volontà di far emergere e sostenere tutte le potenzialità del talento femminile nell’alta ristorazione.

Ad oggi fanno parte dell’Atelier des Grandes Dames 15 Chef, tutte diverse, tutte simili per passione, intraprendenza, talento e femminilità, che ricalcano i valori della Maison (ed implicitamente di Madame Clicquot).

La terza edizione di Atelier des Grandes Dames, che si svolgerà il 26 marzo 2018, vuole evolversi con un progetto coerente che guarda «sempre più avanti», proponendosi di mettere in evidenza il “valore aggiunto al femminile” e che cosa questo aspetto apporta di positivo oggi all’interno di un contesto in piena e continua evoluzione; l’empowerment delle Chef al giorno d’oggi, ovvero il riuscire a dare un senso all’essere Chef pur senza lesinare l’essere donna; il darsi una mano, l’aiutarsi, come valore fondamentale di un gruppo; il mentoring e lo scouting, per sostenere le giovani donne nei loro sogni e nei loro talenti, senza per questo rinunciare all’essere donna e alla propria vita privata.

Sono onorato del fatto che Veuve Clicquot supporti, per il terzo anno consecutivo, questo importante e innovativo progetto.
Il nostro obiettivo è quello di continuare a dar voce alle donne dell’alta ristorazione affinché raggiungano la consapevolezza dei propri punti di forza e possano dimostrare appieno il loro talento.

– Carlo Boschi, Senior Brand Manager Veuve Clicquot.

La piena realizzazione di sé, racchiude per una donna la capacità di tenere tutto insieme, che è nella maggior parte dei casi lo scopo fondamentale. Il mondo dell’alta cucina (e forse della cucina tout court) ha bisogno dello sguardo femminile, non in contrapposizione ma in sinergia.

La scelta di diventare chef per una donna dovrebbe dunque oggi incontrare consapevolezza innanzitutto (c’è bisogno che se ne parli), e un sistema virtuoso pronto a sostenerla, attraverso un insieme evoluto di virtù che ne esalti la visione dell’alta ristorazione al femminile, facendo emergere i grandi valori aggiunti che questa offre.

Veuve Clicquot, che fin dal 1972 riconosce e valorizza a livello mondiale la diversità di genere in ambito manageriale e imprenditoriale, con Atelier des Grandes Dames desidera sostenere il talento femminile nell’alta ristorazione, forse uno degli ultimi soffitti di cristallo ancora da infrangere. Atelier des Grandes Dames vuole anche essere uno stimolo costante a non demordere, perché un mondo del lavoro con una partecipazione femminile maggiore è una realtà che scopre e sperimenta un modo diverso di lavorare, pensieri, dinamiche e caratteristiche diverse. E dalla diversità nasce l’arricchimento, la voglia di innovare e migliorare.

La location prescelta per presentare la terza edizione di Atelier des Grandes Dames, è il ristorante LUME by LUIGI TAGLIENTI, un luogo che vuole far emergere il concetto stesso di Atelier, ovvero l’idea del lavorare insieme in armonia, aiutandosi le une con le altre. La cucina a vista permetterà alle Chef coinvolte di poter cucinare condividendo gli spazi e la passione, per dar vita ad un vero e proprio lavoro di squadra nella realizzazione dei piatti. Lo scopo principale è quello appunto di trasmettere i valori che sono alla base dell’Atelier des Grandes Dames e far emergere la forza e la determinazione che sta alla base del lavoro delle Chef in cucina. Le portate infatti, saranno pensate e preparate grazie ad un lavoro di squadra di tutte le Chef, che lavoreranno virtuosamente insieme in cucina.

Atelier des Grandes Dames _ Le Chef

Martina Caruso * – Hotel Signum – Malfa Salina (ME)

Caterina Ceraudo *– Dattilo – Strongoli (KR)

Maria Cicorella * – Ristorante Pasha – Conversano (BA)

Tina Cosenza – Ristorante Teresa – Genova Pegli (GE)

Iside de Cesare * – La Parolina – Trevinano (VT)

Michelina Fischetti *- Oasis-Sapori Antichi – Vallesaccarda (AV)

Giuliana Germiniasi * – Ristorante Capriccio – Manerba del Garda (BS)

Antonia Klugmann * – L’Argine a Vencò – Dolegna del Collio (GO)

Katia Maccati * – I Salotti del Patriarca – Chiusi (SI)

Isa Mazzocchi * – La Palta – Borgonovo Val Tidone (PC)

Aurora Mazzucchelli * – Ristorante Marconi – Sasso Marconi (BO)

Fabrizia Meroi * – Ristorante Laite – Sappada (UD)

Anna Tuti – Castello di Trussio dell’Aquila d’Oro – Dolegna del Collio (GO)

Marianna Vitale * – Sud Ristorante – Quarto (NA)

Mara Zanetti * – Ristorante Osteria da Fiore – Venezia

#LiveClicquot #AtelierdesGrandesDames

www.veuveclicquot.com

Veuve Clicquot    @veuveclicquotitalia

 

Audace, determinata, lungimirante e creativa, nel 1805 Barbe-Nicole Ponsardin, Madame Clicquot, a soli 27 anni prende le redini dell’azienda di famiglia fondata nel 1772 dal suocero e riesce a portare il suo prezioso vino in tutte le corti d’Europa, conquistando un posto d’onore nella storia. Grande successo commerciale dell’epoca, lo Champagne Veuve Clicquot diviene presto un mito, “le vin roi” celebrato da letterati e poeti. Non a caso, Madame Clicquot, creatrice del primo Champagne Millesimato al mondo e della “table de remuage” (l’attuale pupitre), una delle prime donne d’affari della storia, è ricordata come La Grande Dame della Champagne, sempre fedele al suo motto: “Una sola qualità, la migliore”. Motto che continua a rinnovarsi nelle Cuvée elaborate dalla Maison, ognuna resa unica da una nota particolare, adatta a un certo istante e a una certa occasione. Perché lo Champagne Veuve Clicquot nasce, ancora oggi, dal lavoro di uomini e donne uniti dall’amore per la propria terra e dalla volontà di creare un vino espressione dell’art de vivre contemporanea:  audace, determinata, lungimirante e creativa. Nel 1972, anno del bicentenario della Maison, ha preso il via il Premio Veuve Clicquot, per celebrare donne di tutto il mondo che siano espressione della personalità e dei valori di Madame Clicquot. Oggi sono ventisette le nazioni in cui è conferito il Premio, a testimonianza della vocazione all’esportazione di Veuve Clicquot, non solo dei suoi preziosi vini (destinati all’estero nella misura dell’85% della produzione) ma anche dei valori che portano con sé. Il sito www.veuveclicquot.com è dedicato alla scoperta della storia e dei valori della Maison, nonché della Season Veuve Clicquot, che segna le occasioni culturali, ludiche e sportive che la Maison offre agli estimatori dei suoi prestigiosi Champagne.

La Maison Veuve Clicquot Ponsardin appartiene al Gruppo LVMH (Louis Vuitton Moët Hennessy). Moët Hennessy fa parte di The European Forum for Responsible Drinking (EFRD), l’associazione dei principali produttori europei di alcolici, che sostiene iniziative mirate alla promozione di un consumo responsabile di alcool.

FOLLOW US

Instagram

Rimani aggiornato sui nostri eventi

Start typing and press Enter to search